Margherita Granbassi - Official Site
Ultime news
Pensieri in un tweet
Margherita su Facebook

Margherita Granbassi - Official Site

0

Margherita operata oggi alla mano destra

14/10/2009

L’intervento è stato eseguito a Torino dal dottor Prencipe.

Alle dieci di questa mattina Margherita è stata operata, presso la clinica Fornaca di Sessant di Torino, all’indice della mano destra.

L’intervento, volto ad intervenire sull’assottigliamento del legamento collaterale radiale e un distacco osseo parcellare del dito indice della mano destra, è stato eseguito dal dottor Prencipe. Fresca reduce dalla medaglia d’oro con la squadra ai mondiali di Antalya, Margherita ha deciso di accelerare i tempi dell’operazione in modo da poter riprendere l’attività al più presto.

La Granbassi aveva subito questo infortunio il 6 giugno scorso, durante i campionati italiani. A causa di questo trauma aveva dovuto rinunciare ai campionati europei, riuscendo invece ad essere in pedana grazie ad un tutore speciale, anche se in condizioni menomate, per i campionati del mondo.

Margherita ora dovrà stare ferma per un mese. Dopo lo stop inizierà immediatamente la fase di fisioterapia.

Dettagli
0

Campionessa del mondo a squadre

08/10/2009

A cinque anni di distanza dall’ultimo titolo mondiale a squadre conquistato a New York, le fiorettiste italiane tornano sul tetto del mondo. Con una formazione quasi identica a quella “americana” di cinque anni fa (Errigo al posto della Trillini) e dopo anni di dominio a livello individuale, le ragazze del fioretto hanno lasciato alle squadre avversarie solo le briciole.

In sequenza le italiane hanno battuto negli ottavi di finale le fiorettiste della Gran Bretagna 45-23. Le azzurre sono state sempre in vantaggio, nonostante un parziale recupero delle inglesi a metà match. Nei quarti di finale, l’Italia ha battuto la Corea del Sud 45-35, rimanendo dal primo fino all’ultimo assalto in vantaggio. Ancora un’altra vittoria netta 45-27 sulla Romania e le azzurre sono volate in finale, dove hanno affrontato la Russia.

Per Margherita e compagne, dopo un individuale non esaltante, era atteso il riscatto con l’oro a squadre. Ed è arrivato, con una impressionante prova di potenza. Margherita Granbassi con la nuova medaglia d’oro al collo può cancellare una stagione tribolata. Un infortunio a un dito della mano destra l’ha costretta a saltare gli Europei. Si è presentata ai Mondiali di Antalya con un’ottima condizione atletica ma tecnicamente non poteva essere al massimo.

Settimane di allenamenti perse, dolori al dito che ora probabilmente la costringeranno a sottoporsi a un intervento chirurgico. È il motivo per cui, dopo essere salita in pedana dagli ottavi fino alle semifinali, non è stata rischiata negli assalti della finale dal ct Cerioni. A bordo pedana la triestina ha accompagnato con consigli e un tifo da ultras le tre compagne di squadra nella loro marcia trionfale contro la Russia (45-33).

Per Margherita si tratta della quinta medaglia iridata (tre ori, uno individuale e due a squadre e due argenti, uno individuale e uno a squadre).

Queste le sue dichiarazioni: «Volevamo rifarci della gara individuale. Io e Valentina Vezzali, la sera dopo l’individuale, ci siamo ritrovate a parlare da sole, libere di tirar fuori ciò che serbavamo. Avremmo sicuramente preferito parlarci con la medaglia al collo, o magari insultarci perché l’una l’aveva tolta all’altra. Le parole che ci siamo dette mi hanno lasciato un segno: non siamo “migliori amiche”, ma il nostro rapporto è figlio di un profondo rispetto reciproco. Quella sera abbiamo stretto un patto: non svelerò i misteriosi e lunghi dialoghi a cui abbiamo dato vita, ma la frase con cui ci siamo congedate è questa: noi  e il fioretto femminile non possiamo tornare a casa senza l’oro, ora si volta pagina e si pensa alla squadra. Questa medaglia mi ripaga degli sforzi fatti per essere in pedana, nonostante l’infortunio alla mano. Aver eliminato le coreane, probabilmente dopo di noi la squadra più forte, ci ha dato la carica anche per gli assalti successivi».

 

Dettagli
0

Margherita madrina alle Bologniadi

02/06/2009

Accompagnata dal presidente del CONI di Bologna Renato Rizzoli, ha presenziato a varie manifestazioni sportive.

Un tuffo tra un mare di ragazzini sportivi ed entusiasti quello effettuato da Margherita a Bologna e dintorni.

Ad Anzola, 300 ragazzini l’hanno omaggiata con applausi e autentiche ovazioni durante il raduno regionale di basket. Ben 26 le società presenti, alcune delle quali anche di fuori regione. E’ stato il presidente regionale della FIP Giancarlo Galimberti a fare gli onori di casa, mentre Margherita, dopo aver ascoltato i consigli di un’altra Margherita, ma di soli 6 anni, ha centrato un tiro libero al primo tentativo. Poi tanti, tantissimi autografi e fotografie, su cappellini, magliette e qualsiasi tipo di foglietto.

Ultima fatica della mattinata la presenza al “Trofeo Città di San Lazzaro di Savena” di forme e combattimento di taekwondo al PalaSavena. Insieme a lei, oltre a Rizzoli, il sindaco Marco Macciantelli. Anno premiato atleti dai 4 ai 15 anni e proprio dai più piccoli, che facevano fatica pure a salire sul podio sono arrivate le soddisfazioni maggiori.

“Mi ha fatto molto piacere essere qui – ha detto Margherita Granbassi, prima di lasciare Bologna per partecipare alle premiazioni a Roma del Giro d’Italia – Ho potuto rivivere le emozioni di quando per la prima volta sono entrata in una palestra. Ai ragazzi dico che lo sport è bellissimo e se fatto con passione può dare tante soddisfazione, come ad esempio partecipare o vincere le olimpiadi. Ma anche per chi non arriva a questi livelli, l’importante è divertirsi e ricordarsi che il movimento è soprattutto sintomo di star bene con se stessi e con gli altri. E le Bologniadi organizzate dal CONI di Bologna hanno proprio questo obiettivo, far conoscere il maggior numero possibile di discipline perché ognuno possa scoprire quella più adatta alle proprie capacità”.

Dettagli
0

Margherita al Mugello con Tissot

02/06/2009

Tissot, cronometrista ufficiale della MotoGP, porta la sua nuova testimonial al Mugello per la consegna del pole position award.

Le Locle, Maggio 2009 – Tissot, Cronometrista Ufficiale della MotoGP e principale marchio orologiero svizzero, porta la sua nuova testimonial Margherita Granbassi al Gran Premio D’Italia Alice al Mugello, sabato 30 maggio, per premiare il vincitore del Tissot Pole Position Award con un orologio Tissot.  Questa è la prima volta nella stagione 2009 della MotoGP che il premio viene consegnato ai vincitori da un personaggio famoso.

Margherita è la prima atleta italiana ad unirsi al team di testimonial sportivi di Tissot. La scherma rientra già tra le discipline sportive che si affidano al cronometraggio di Tissot in occasione dei campionati del mondo. Il particolare impegno dedicato a questo sport di grande precisione, in cui ogni singolo tocco è decisivo, segna l’anno in cui Tissot festeggia il decimo anniversario della sua innovativa tecnologia tattile ‘Touch’.

Tissot è Cronometrista ufficiale del campionato del mondo di MotoGP sin dal 2001. La collaborazione con il mondo innovativo e in costante evoluzione del motociclismo riflette la natura dinamica dell’Azienda e dei suoi prodotti, la precisione dei suoi movimenti e il desiderio di migliorare costantemente le sue prestazioni che la accomuna a tutti i partecipanti di questo campionato. Ogni anno viene realizzato un orologio in edizione speciale, presentato in una confezione a forma di casco che contiene i medaglioni raffiguranti i 18 circuiti sui quali si disputa il campionato. Questi medaglie sono intercambiabili e possono essere applicate al fondello mediante un particolare strumento che consente all’orologio di rimanere perfettamente impermeabile. Dopo ogni prova del campionato, Tissot assegna inoltre il Pole Position Award. Il pilota che al termine delle qualifiche di ogni gara si aggiudica la pole in ognuna delle classi viene premiato con il Tissot Pole Position Award per la rispettiva classe.

Margherita Granbassi impersona il fascino esercitato su Tissot da uno sport che fonde tradizione ed innovazione, un abbinamento vincente di cui la Maison orologiera svizzera si è sempre fatta portatrice. Il successo di Margherita si basa su destrezza, precisione e velocità, mentre il suo vantaggio competitivo deriva da una costante applicazione delle tecniche per sorprendere l’avversario. Ad accentuare questo fascino è il ruolo della tecnologia tattile a conferma della posizione di leadership di Tissot e Margherita. Quando la nuova testimonial è in gara, durante la fase di cronometraggio, un dispositivo di punteggio elettronico molto sofisticato determina la validità dei tocchi. Questo elimina gli errori umani e facilita un arbitraggio equo. Anche la tecnologia tattile ‘Touch’ di Tissot, che festeggia quest’anno dieci anni di successi, è fondamentale per la precisione ed affidabilità di una vasta gamma di funzionalità.

Tissot, ‘Innovators by Tradition’, si è fatta portatrice, sin dal 1853, di una filosofia improntata a qualità e innovazione. Oggi Tissot è un’azienda di The Swatch Group Ltd , il massimo produttore e distributore orologiero al mondo. Da 156 anni l’azienda ha sede nella cittadina orologiera di Le Locle, fra le montagne del Giura, ma è ora presente in oltre centocinquanta paesi. Tissot deve la propria leadership nel settore innovazione allo sviluppo di prodotti high-tech, materiali speciali e funzionalità avanzate. Con una gamma di segnatempo di alta qualità più ampia e versatile e dal prezzo concorrenziale rispetto a qualsiasi altra azienda orologiera svizzera, Tissot ribadisce inoltre il proprio impegno nel segno del ‘lusso accessibile’. In qualità di cronometrista ufficiale e sponsor di NASCAR®, AFL, CBA, MotoGP, Campionato del mondo di ciclismo, scherma e hockey su ghiaccio, Tissot, intenta a rispettare la tradizione offrendo nel contempo prodotti esclusivi a un prezzo contenuto, ribadisce i propri valori chiave di performance, precisione e superamento continuo dei propri limiti.

Dettagli
0

La “mano” di Margherita in asta da Christie’s per AIL

06/05/2009

L’impronta della sua mano ha ispirato un’opera di Carlo Pasini che il 28 maggio a Palazzo Clerici a Milano, verrà messa all’incanto a favore dell’Associazione italiana contro le leucemie – linfomi e mieloma.

AIL, Associazione Italiana contro le leucemie – linfomi e mieloma di Milano, ripropone per la sesta volta l’asta “Una mano per AIL”, usando il simbolo della mano quale metafora del gesto di aiuto che si prefigge, con la raccolta fondi da destinare alla realizzazione di progetti sociali.

Avvalendosi di una formula originale e suggestiva anche quest’anno AIL ha chiesto a personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e dello sport , un piccolo gesto eloquente: dare una mano all’Associazione donando l’impronta della propria mano.

37 sono state le adesioni ed ogni impronta è stata poi consegnata ad altrettanti pittori che traendone ispirazione hanno elaborato le proprie opere d’arte esclusive.

L’asta anche quest’anno sarà battuta dalla Casa d’Aste Christie’s che ha rinnovato il suo impegno, sia a Milano che a Roma.

L’evento milanese, che si svolgerà a Palazzo Clerici il 28 maggio, accoglierà personaggi famosi, personalità ed esponenti di Istituzioni Pubbliche e Private per lasciare un segno forte e significativo. Il ricavato della manifestazione sarà infatti devoluto alla campagna di raccolta fondi “AIL SOSTIENE. SOSTEGNO A MEDICI E RICERCATORI, UN IMPEGNO PER IL FUTURO.” I fondi raccolti verranno utilizzati per finanziare borse di studio ad uso di giovani medici ematologi e specialisti ematologi precari. L’obiettivo è di garantire continuità ed efficacia ai loro studi e al loro ruolo assistenziale all’interno dei dipartimenti nei quali operano.

I fondi raccolti attraverso “Una mano per AIL” nei cinque anni precedenti hanno contribuito alla realizzazione del nuovo Reparto di Degenze di Ematologia dell’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e all’ampliamento delle unità abitative messe gratuitamente a disposizione dei malati provenienti da fuori città per essere curati nei centri ospedalieri milanesi.

Oltre che da Margherita, l’appello dell’AIL è stato accolto fra gli altri da Giorgio Albertazzi, Massimo Ambrosini, Ambra Angiolini, Giorgio Armani, Mario Balotelli, Edoardo Boncinelli, Marco Borriello, Caterina Caselli, Alessandro Cattelan, Elio di Elio e Le Storie Tese, Kean Etro, Carla Fracci, Amantino Mancini, Mariangela Melato, Max Pezzali, Andrea Pirlo, Beppe Severgnini, Marco Travaglio, Dario Vergassola.

L’impronta di Margherita è stata interpretata in un’opera a tecnica mista da Carlo Pasini.

Dettagli
0

Margherita e il 5 per mille per i bambini

06/05/2009

Assieme alla tiratrice olimpionica Cainero sarà testimonial della campagna per l’ospedale infantile Burlo Garofolo.

“Altolà”: così due piccoli pazienti dell’ospedale infantile Burlo Garofolo di Trieste, Mario e Davide, ricoverati nel reparto di pediatria, hanno accolto nella sala giochi dell’istituto le due medaglie olimpiche Margherita Granbassi e Chiara Cainero. Armati di spada e fucile, entrambi giocattolo, Mario e Davide – insieme ad altri bimbi – hanno giocato con le due campionesse, che hanno dedicato una loro giornata ai bimbi del Burlo, ritagliandola tra i numerosi impegni agonistici.

E’ nata così l’iniziativa “5×1000 all’Irccs Burlo Garofolo”, un insieme di scatti realizzati (e donati) dal fotografo Marino Sterle, interpretati poi dallo Studio Mark di Trieste (che ha donato al Burlo il concept e la grafica) in una campagna pubblicitaria che prenderà il via in questi giorni, con l’obiettivo di sensibilizzare i contribuenti a devolvere il 5×1000 della loro dichiarazione dei redditi all’istituto materno infantile di riferimento in Friuli Venezia Giulia: uno splendido gesto che non costa nulla.

“E’ stata una mattinata piacevole – ha detto Margherita Granbassi – passata con dei bimbi che hanno dimostrato molta grinta, e anche allegria, per quanto si trovassero in ospedale. Come tutti i triestini, ho qualche ricordo personale collegato al Burlo, qualche immagine nella mia memoria, ed entrarvi oggi con la consapevolezza di contribuire a diffondere un importante messaggio è stato bello. Ed è stata anche l’occasione per riflettere sul valore di questa istituzione, paragonabile a pochissime altre in Italia, legittimo vanto del Friuli Venezia Giulia”.

E il messaggio è davvero importante: donare il 5×1000 al Burlo – ha spiegato il direttore generale, Mauro Delendi – significa contribuire all’acquisto di nuove attrezzature, a sostenere la Ricerca scientifica, ad avviare nuovi progetti di formazione, azioni di salute che riguardano tutta la popolazione del Friuli Venezia Giulia, in quanto l’ospedale materno infantile che ha sede a Trieste è riferimento per tutta la regione, oltre ad avere una consolidata fama nazionale ed internazionale”.

La campagna “Altolà” per il Burlo è pianificata sui principali quotidiani del Friuli Venezia Giulia e su impianti di affissione 6×3.

Dettagli
0

Margherita ospite di Victoria Cabello

20/04/2009

Domani alle 23.30 su La7

A ‘Victor Victoria – Niente è come sembra’, in onda domani su La7, saranno protagoniste Margherita Granbassi e Irene Pivetti. La fiorettista e la conduttrice saranno intervistate alle 23.30 da Victoria Cabello che si servirà dei sondaggi di Geppi Cucciari, delle indiscrezioni di Ildo Damiano, ovvero ‘Il signore degli aneddoti’ e della ‘dark room’ del direttore di ‘Rolling Stone’ Carlo Antonelli. Nella trasmissione ci sarà inoltre, come in ogni puntata, il ‘truciverbone’ di Marisa Passera.

Dettagli
0

Esordio positivo per Margherita

02/02/2009

Medaglia d’argento alla prima prova di qualificazione nazionale, dietro la Vezzali, con i colori del Circolo Scherma Terni.

Appuntamento a Jesi per la prima prova valida per la qualificazione ai campionati italiani del centenario che si terranno a Roma in giugno. Sulle pedane marchigiane tutte le più forti fiorettiste italiane, ad eccezione di Giovanna Trillini.

Gli impegni televisivi evidentemente non hanno distratto più di tanto Margherita e la Vezzali. A contendersi il primo posto si sono infatti trovate di fronte proprio le medaglie di bronzo e d’oro delle Olimpiadi di Pechino.

In finale ha prevalso per 15 a 10 la poliziotta jesina su Margherita, all’esordio con i colori del suo nuovo club di appartenenza, il Circolo della Scherma Terni.

Dopo aver superato il girone di qualificazione, Margherita, allenata dal maestro Giulio Tomassini, ha sconfitto in seguenza Lauria (Potenza Scherma), Pascucci (Jesi Scherma), Di Francisca (Fiamme Oro) e Ilaria Salvatori (Aereonautica Militare), prima di scontrarsi con la Vezzali.

Alla gara hanno partecipato 72 fiorettiste da tutta Italia.

Nei prossimi giorni Margherita si tratterrà a Jesi per partecipare, assieme alle compagne di nazionale, al secondo allenamento programmato dal CT Cerioni.

 

CLASSIFICA: 1. Valentina Vezzali (Fiamme Oro); 2. Margherita Granbassi (Circolo della Scherma Terni); 3. Ilaria Salvatori (Sala d’Armi Aeronautica Militare); 3. Valentina Cipriani (Sala d’Armi Aeronautica Militare); 5. Elisa Di Francisca (Fiamme Oro); 6. Marina Bolis (Società Scherma Conegliano); 7. Arianna Errigo (C.S. Carabinieri); 8. Violetta Piergiacomi (C.S. Jesi).

Dettagli
0

Domani sera riprende Annozero

14/01/2009

La puntata sarà dedicata alla guerra nella Striscia di Gaza.

Torna domani sera su RaiDue Annozero, il programma di approfondimento dei temi più caldi in ambito sociale, condotto da Michele Santoro con la collaborazione di Margherita Granbassi, e gli interventi di Marco Travaglio e Vauro. La puntata è intitolata “La guerra dei bambini” ed è dedicata alla guerra nella Striscia di Gaza. Nell’inferno pdei combattimenti i bambini sono tra i più esposti e le immagini provenienti da quei luoghi proporranno spunti interessanti per le discussioni. Ospiti in studio Riccardo Pacifici, Presidente della comunità ebraica di Roma, la scrittrice israeliana Manuela Dviri, da anni impegnata per la pace tra israeliani e palestinesi, il giornalista di Al Jazeera-International per l’Europa Claudio Lavanga, le giornaliste Lucia Annunziata e Rula Jebreal.

Dettagli
0

Margherita al primo ritiro del 2009 con la Nazionale

10/01/2009

Si terrà da lunedì 12 a sabato 17 gennaio a Roma

Primo allenamento collegiale stagionale per la Nazionale di fioretto femminile. Da lunedi’ 12 a sabato 17 gennaio, infatti, si svolgera’ a Roma, presso la Palestra di Scherma del Centro di Preparazione Olimpica Acqua Acetosa ”Giulio Onesti”, il raduno delle schermitrici azzurre in vista degli imminenti impegni agonistici.

Le fiorettiste inizieranno la stagione a Lipsia (21-22 febbraio) per poi cimentarsi nel Gran Prix di Danzica (27 febbraio-1° marzo).

Le convocate per il raduno sono, oltre a Margherita: Martina Batini, Valentina Cipriani, Valentina De Costanzo, Elisa Di Francisca, Benedetta Durando, Arianna Errigo, Claudia Pigliapoco, Ilaria Salvatori, Maddalena Tagliapietra, Valentina Vezzali, Alice Volpi.

Dettagli
Torna su
Restiamo in contatto
FACEBOOK
TWITTER
YOUTUBE